Dogue De Bordeaux Italian Forum

Il Dogue in USA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Dogue in USA

Messaggio Da Franconeri Francesco il Gio Dic 10, 2015 3:37 pm

Il Dogue in Usa

Come si alleva e si sviluppa negli stati americani una razza tutta europea: il Dogue de Bordeaux

Vallejo non è certamente la città più famosa della California, ma per due giorni è stata sulla bocca di tutti gli appassionati di Dogue de Bordeaux.
Sabato 28 e domenica 29 aprile, infatti, in questa località a nord dello stato californiano nel cuore della Napa Valley (famosissima per gli appassionati enologi per la recente affermazione dei vini USA sul mercato mondiale) si è svolto il 5° raduno Statunitense del Dogue De Bordeaux.
Sarà stata certamente una coincidenza, ma l'accostamento con un buon vino è spesso ricorrente con la nostra razza.
L'organizzazione del raduno è stata studiata e preparata dalla DDBS (Dogue De Bordeaux Society) in una zona fieristica della città ricca di alberi secolari e di ampi spazi verdi, dove gli allevatori, come gli stessi semplici espositori, avevano a disposizione diversi gazebo corredati da elettricità e grosse gabbie ove tra una competizione e l'altra i Dogue avevano la possibilità di rilassarsi al fresco di grossi ventilatori.
Prima di procedere con l'elenco dei risultati e la descrizione delle molteplici attività
svoltesi durante il week end, sarebbe però opportuno descrivere come è considerato e come viene svolta l'attività dagli allevatori e dai vari club di razza.

Il Dogue negli Stati Uniti, pur essendo presente in larga scala, non è ancora stato ufficialmente accorpato dall' AKC (American Kennel Club, cioè l'ENCI Americano), il quale prima di accettare il riconoscimento di una razza, pretende dal club che siano stati registrati almeno 400 soggetti con un pedigree di tre generazioni già ulteriormente registrato presso la FSS (Foundation Stock Service) o qualsiasi altro organo aderente la FCI (Federazione Cinofila Internazionale di Bruxelles). Si tratta di organismi ai quali praticamente tutti i paesi del mondo aderiscono, e che sono utilissimi per garantire delle qualità morfologiche e caratteriali il più omogenee possibili alle razze in questione.
Al momento attuale in America si possono riprodurre tutti gli esemplari di Dogue senza alcun problema, ma il resto del mondo non può ufficializzare questi cani, né gli esemplari si possono iscrivere alle molteplici esposizioni canine in Europa e nel resto del mondo.
Si perdono così molti eventuali campioni e soprattutto la possibilità di poterli far riprodurre, visto che sicuramente il lavoro svolto oltre oceano da molti appassionati allevatori ha raggiunto risultati eccellenti e certamente, almeno noi Italiani, ne potremo beneficiare.

Una razza in ascesa

La DDBS al momento conta più di quattrocento iscritti su tutto il territorio statunitense, e secondo i più recenti sondaggi, alla fine dell'anno si dovrebbe arrivare a trecento/quattrocento Dogue con le carte in regola.
Oltre a quest'incessante ricerca di adesione supportata principalmente da Cindy Mc Elderry titolare dell'affisso Northland Bordeaux, la DDBS svolge altre interessanti attività, e promuove annualmente un raduno in grande stile e diverse esposizioni regionali in tutto il territorio americano (Canada compreso).
Alcuni membri della società si occupano di scrivere articoli sulle varie riviste specializzate per coinvolgere e promuovere la razza. Il tutto è supportato da un eccellente sito Internet con una chat-line per discutere delle varie problematiche. C'è inoltre un programma di salute molto organizzato, chiamato "Stars Program" che incoraggia tutti gli allevatori, nonché i singoli proprietari, ad analizzare e certificare, per poi selezionare, tutte le problematiche del Dogue De Bordeaux.
Non meno apprezzabile è "l'auto tassazione" che tutti i membri del club fanno per sostenere la "Dogue De Bordeaux Rescue" che attivamente si occupa di tutti i casi di maltrattamento e abbandono dei Dogue, curandoli, rieducandoli e trovando per loro una degna sistemazione.
Con sede nel New Jersey, l' USBC ( United States Bordeaux Corporation) si candida a essere la vera alternativa al DDBS. Va per altro aggiunto che quasi tutti i membri di un club sono allo stesso modo soci dell'altro
Il raduno di Vallejo é stato organizzato sulla falsa linea di quello francese, è continuato per due giorni e, oltre a essere una competizione vera e propria, si configura come un ritrovo di appassionati.
Sabato mattina di buona ora si comincia con l'entrata in scena dei migliori soggetti e la parata sembra quasi un evento circense con ogni buon proprietario o allevatore a mostrare ai futuri antagonisti il meglio di sé.
Abbiamo trovato molto utile per esempio, in Francia, l'utilizzo del "Pesi e misure", per avere costantemente, anno dopo anno, sotto osservazione lo sviluppo della razza. Si riesce in questo modo ad avere un'utilissima media su cui ragionare. La giornata è coinvolgente…vengono chiamati alcuni allevatori a giudicare sul ring divertenti competizioni, quali la piu lunga…. bava (tipico fenomeno del Dogue!!!) la più lunga lingua, il più bravo baciatore, e non meno simpatica… la parade in costume. Il pomeriggio è dedicato a test specifici, quali il test di carattere e il Canine Good Citizen, diretto e condotto da abili addestratori.

Gli americani - da quello che abbiamo potuto vedere - tengono molto al carattere e alla buona condotta dei loro amici a quattrozampe, trascorrono intere giornate a educare il cucciolo e sono fierissimi del comportamento del loro "pet" sia sul ring che nei riguardi della gente.
Nel tardo pomeriggio si svolge la riunione generale annua del club,
nella quale i vari membri (per lo più allevatori) espongono i loro problemi e tutti insieme cercano con nuove direttive di ovviare ai diversi disagi esposti.
La cena amichevole è un momento piecevolissimo e permette una distensiva chiacchierata che serve soprattutto a rendere più uniti i membri del club
Nuove idee e nuovi progetti, la possibilità di pianificare nuovi accoppiamenti, e il tutto senza rancori, senza invidie: questo fa benissimo alla nostra razza!
Giudice di rinomata bravura, Sylviane Tompousky chiamata dalla Francia, ha saputo coinvolgere tutti e soprattutto ha voluto spiegare il suo giudizio relativo a ogni soggetto dimostrando tutte le sue capacità.

Autore: Ettore Bruno

Data: 20/11/2001


_________________________________________________
baffo
L'uomo ragionevole adatta se stesso al mondo, quello irragionevole insiste nel cercare di adattare il mondo a se stesso. Così il progresso dipende dagli uomini irragionevoli.

avatar
Franconeri Francesco
Amministratore Forum-Allevatore-Socio CIM/SDdB
Amministratore Forum-Allevatore-Socio CIM/SDdB

Età : 37
Data d'iscrizione : 30.11.10
Messaggi : 6923
Punti : 12617
Località : Milano

http://franconeridoguedebordeaux.webs.com/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum